Arriva la guida verace di Centocelle

Su questo link del sito delle news di Notizie V Municipio potete leggere la recensione della Guida verace di Centocelle.

Lo sapevate che Centocelle ha origini nella Roma imperiale? e che è l’unica borgata nata prima del fascismo? Queste e altre informazioni trovate sulla Guida verace di Centocelle.

Nella guida sono descritte le attrazioni celebri e quelle meno celebri, i luoghi da non perdere, le atmosfere e le situazioni tipiche del quartiere. Percorrendo un itinerario archeologico, si potrà vedere quanta dedizione viene riservata ai bambini o come vivono le minoranze come marocchini, brasiliani, cinesi. Spazio alla street art e ai ristoranti imperdibili.

È il quartiere “dove aprono ristoranti di tendenza e locali degni delle migliori riviste. è un quartiere che ha subito profondi mutamenti sociologici e un certo ringiovanimento – ci dice Andrea Martire, curatore della guida – Non corrisponde più alla descrizione del posto pericoloso e squallido di venti o 30 anni fa. E’ un posto vivo, al contrario di tanti quartieri più blasonati ma decisamente spenti. Un posto in cui l’integrazione funziona, nonostante l’elevatissima densità di popolazione (ospita tanta gente quanto Benevento o Potenza). E’ un luogo ormai sicuro, in cui puoi passeggiare e raggiungere quello che ti serve a piedi. E’ un quartiere frizzante. C’è spazio per tutti  ed è un posto che ne racchiude altri mille al suo interno”.

Come nasce l’idea della guida verace di Centocelle

Due anni fa due ragazze di Piazza Bologna si inventarono la Guida verace di un quartiere eccentrico. Partivano dal niente, non avevano nessuno alle spalle. L’idea era quella di descrivere il loro quartiere per suscitare curiosità e fornire un’informazione di taglio diverso. Non volevano fare una guida turistica vera e propria, non ci sono turisti da acchiappare. Volevano che la loro zona fosse conosciuta dai concittadini, che non avesse angoli segreti o nascosti. Volevano dare agli altri romani un motivo per andare a vedere gli angoli più caratteristici, quelli conosciuti solo da chi in zona ci vive. Il quartiere visto attraverso gli occhi di chi il quartiere lo vive tutti i giorni.

Un’idea semplice ma innovativa, lontana da furberie commerciali. Un’idea che nasce esattamente per descrivere la zona in cui vivono. Fu un successo editoriale, clamoroso per certi versi. la voce arrivò, chissà come, alle orecchie di Gruppolit che decise che l’idea era così buona che…facciamoci una collana! E così, Alice e Francesca, si ritrovarono a fare da curatrici di una collana che non c’era.

“Misero degli annunci che giravano su Fb (“Guida Verace cerca autori”), mi candidai con un elaborato di una pagina su Centocelle e ..venni preso” spiega Andrea continuando: Così ora il contratto con l’editore ce l’ho anche io. Ho candidato me e il mio quartiere un po’ per i motivi esposti sopra, un po’ per giustizia. Centocelle mi ospita da sempre e mi ha dato tanto, è ora che io restituisca qualcosa. Inoltre, ci portiamo addosso etichette ormai ingenerose e superate dal tempo”.

Se volete contribuire in qualche modo, con aneddoti potete lasciare un messaggio sulla pagina fb facebook.com/guidaveracentocelle/

Annunci